Blog

Da molte spiritualità ad una soltanto

Quando ci accingevamo alle nostre prime letture e navigazioni nel mondo di internet una cosa ci sconvolgeva continuamente: la mancanza assoluta di chiari punti di riferimento in campo spirituale. Continuavamo a ripeterci che era incredibile che non ci fossero gruppi, organizzazioni o autori in grado di spiegare perchè crescere spiritualmente è così importante e come possiamo ritrovare le nostre capacità perdute o meglio dimenticate. I siti e i libri si contraddicevano a vicenda, spesso troppo sicuri di se stessi e delle proprie fonti per potersi concedere il beneficio del dubbio e della ricerca. Le nostre difficoltà ci hanno spinto a lavorare autonomamente, crescendo giorno dopo giorno con l’appoggio delle nostre sole forze e facendo affidamento sulle esperienze che l’ Eish Shaok ci permetteva di fare. Per questi motivi ci siamo ripromessi che un giorno avremmo aiutato le persone che avessero voluto imparare e che fossero state convinte dell’importanza di un cambiamento nell’uomo e nella sua società. Ora eccoci finalmente a contatto con voi, pronti a fare e a dare quella chiarezza che a noi è sempre mancata.

Iniziamo allora in questo post a scrivere la definizione di magia, la cui comprensione è di fondamentale importanza per il mondo energetico- spirituale. Riporteremo prima quella data dai vocabolari e conosciuta dalla maggioranza delle persone e poi quella studiata nell’ Eish Shaok. Nei vocabolari è indicata in questo modo: “capacità presunta di dominare le forze della natura con scopi di diverso tipo o anche insieme di rituali e conoscenze esoteriche volte a dominare l’uomo e la natura per soggiogarli agli scopi del mago”. Modi di concepire la magia che peccano di diverse lacune e che sono frutto di una cultura di sistema che allontana da se e giudica negativamente ogni strumento in grado di rendere liberi i propri sudditi.

Fate attenzione alle parole che   abilmente   vengono   immesse   nelle    definizioni per sviarvi, come: “dominare” “esoteriche”  “soggiogare”  “presunte”. Sono messaggi che vi entrano dentro e vi fanno dire: “probabilmente non sono cose vere e anche se lo fossero sarebbero senza ombra di dubbio negative”. Qui entrano in gioco tutte quelle forze del sistema che hanno il preciso compito di coprire e allontanare da voi verità scomode. Facciamo riferimento agli attacchi delle religioni che bollano tutto questo come “eretico” o peggio “diabolico” e alla cultura razionalista che le giudica semplici superstizioni. Proviamo ora a darvi la nostra definizione, sperando vi trasmetta sensazioni diverse dalle precedenti : “la magia è quell’insieme di esercizi pratici e di conoscenze teoriche in grado di rendere consapevoli le persone delle proprie capacità naturali ed innate e di insegnare loro ad usarle”. Va un pò meglio vero? è bastato parlare di capacità e di consapevolezze essoteriche(e non esoteriche) e di crescita interiore per rasserenarvi. Abbiamo sostituito il concetto di “dominio della natura” con quello di “capacità naturali” dicendovi chiaramente che non solo gli strumenti di cui la magia si avvale sono naturali, ma che non hanno altro fine se non la crescita. Nei prossimi post vedremo come il confine stesso tra magia bianca e nera, tra bene e  male, si riduca al  semplice concetto di crescita dello spirito.

Per non dilungarci troppo abbiamo preferito dividere in più parti questi post, gli argomenti di cui parlare sono tanti e tutti strettamente legati, ma qui abbiamo gettato i presupposti per la comprensione di una materia tanto istintiva quanto complessa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.