Blog

Viola Muià

Ricordo che quando lessi per la prima volta di questo percorso chiamato Eish Shaok, avvertii che sarebbe stato ciò che da tanti anni cercavo. Il primo incontro con l’ Haidehoi David Simurgh, fu un incontro che porterò sempre nel cuore. Mi colpii il suo sguardo, profondo e antico e seppi d’avere di fronte il mio Maestro.. Quella sera a casa mi sentii diversa, animata da una vibrazione e un calore che partivano dal petto e che mi davano forza e gioia ogni volta che pensavo al percorso e ad Haidehoi. Sono passati alcuni anni da allora e ho vissuto tante esperienze, ho imparato a contare sulle mie forze e a camminare da sola, ho conosciuto le parti di me, dalle più luminose fino a quelle più oscure, ho trovato risposte e scoperto nuove domande, ho gioito e sofferto, e imparato a vedere il mondo intorno a me con meraviglia, sto pian piano avvicinandomi a ricordare chi sono davvero..e continuo giorno dopo giorno. Qui puoi trovare un Maestro e un Gruppo con i quali lavorare e crescere,ma sappi che il lavoro vero lo fai con te stesso. Non c’è una mezza misura: o veramente lo vuoi e procedi nonostante le difficoltà, oppure sei libero di continuare a vivere nell’illusione. Questo percorso ti insegna a “vedere”, e a lasciare sulla strada percorsa tutti quegli “strati” che ti portavi addosso da quando sei nato. Non ti negherò che a tratti sarà faticoso e doloroso, che ti percuoterà come una tempesta in alto mare, ma per mia esperienza ti dico : Ne vale la pena. Per cui, inizia il tuo viaggio,naviga e anche quando le onde sono alte e il vento fischia forte, guarda la bandiera che sventola col simbolo dell’ Albero Bianco e procedi verso te stesso… fino alle sponde di quella terra chiamata “Casa”. Buon Viaggio