Home Il Credo

Il Credo

Sento con tutto il cuore, quindi Credo.

Credo in un mondo migliore e Credo di poterlo vedere,
comprendendo profondamente me stesso ed il mio spirito.

Credo di avere la Forza per combattere e l’Amore per guarire.
Credo di poter imparare sempre dai miei Compagni di viaggio
in quanto anche in essi vi è il riflesso dell’Universo.
Credo nelle Guide, negli Sheis e nei Maestri come parti di me,
che mi donano la Pace e la Saggezza di cui ho bisogno.

Credo di essere il Tutto e che il Tutto sia me.
Saggezza, Compassione, Umiltà e Coraggio: questo è quello in cui Credo.”

Title Text Here

 

L’antico Credo racchiude in sé tutti i principi del percorso dell’Eish Shaok.

Il credo si divide in tre parti: nella prima parte possiamo vedere lo scopo primario dell’Eish Shaok, ossia portare al grande pubblico insegnamenti importanti legati all’utilizzo della nostra energia, dalla cura alla protezione fino alla conoscenza più profonda di sé.

Nella seconda parte compare un invito all’allievo a far affiorare in sé le qualità essenziali necessarie per progredire nel percorso:

  • la forza interiore con la quale superare gli ostacoli e le sfide che la vita ci pone a fronteggiare.
  • l’ amore per noi stessi in primis, con il quale possiamo fare scelte nella vita che non operino a nostro detrimento.
  • l’ apertura del nostro essere a consigli ed alle direttive di chi ha già percorso parte del sentiero.

La terza parte può essere compresa pienamente quando si sviluppa un rapporto più profondo con il nostro spirito e la nostra anima, in quanto qualità come la Saggezza (la capacità di muoversi nella vita con intelligenza), la Compassione (la capacita di vedere la vita a partire da un prospettiva di unicità e bellezza, anziché di giudizio duale), l’Umiltà (la comprensione del proprio ruolo nell’Esistenza, non desiderando niente di più e non accontentandosi di niente di meno) ed il Coraggio (la capacità di operare scelte in coerenza con la nostra natura profonda, discostandoci dalla mera sopravvivenza), sono attributi che appartengono alle parti più elevate del nostro essere che ogni persona che studi l’Eish Shaok dovrebbe aspirare a risvegliare.